Se stai cercando una città in cui si uniscano perfettamente patrimonio artistico, panorami mozzafiato e divertimento?
Non puoi perderti per nessun motivo al mondo BUDAPEST, la capitale dell’Ungheria!

Budapest, la città che sorge sulle rive del Danubio, nasce ufficialmente nel 1873 con l’unione delle città di Buda, situata sulla sponda occidentale del fiume, e Pest, situata su quella orientale. La fusione delle città di Buda, dapprima messa in atto nel 1849, venne infine resa effettiva dal governo autonomo ungherese instaurato nel 1867.

Sono tantissimi i luoghi di interesse da visitare in 3 giorni a Budapest: la buona riuscita dell’impresa dipende dal tempo che avrete a disposizione e, ovviamente, dal mood che vorrete seguire.


CONSIGLI UTILI PRE PARTENZA

1 – Alloggiare a PEST

Pest è la zona commerciale sulla sponda est del Danubio, luogo perfetto per i turisti in visita nella capitale ungherese. Buda è certamente un luogo da visitare, ma si trova nella parte più vecchia e meno turistica della città.

Il quartiere ebraico di Pest, in particolare, è moderatamente vicino alle principali attrazioni della città e vanta innumerevoli soluzioni a buon mercato per accaparrarsi un alloggio comodo senza spendere un patrimonio.


2 – Scegliere il TRANSFER per il centro città

Soluzione 1: è possibile raggiungere il centro città con mezzi pubblici utilizzando il bus 100E. La fermata dell’autobus è abbastanza facile da trovare: una volta imboccata la porta d’uscita della zona degli arrivi dell’aeroporto, svoltate a sinistra e proseguite dritto finché la vedrete.
Al costo di 900 Fiorini (3€ circa, acquistando il ticket a bordo) vi permette di raggiungere in circa 40 minuti la stazione Metro sulla linea rossa Deák Ferenc tér. Da qui dovrete prendere la metro per avvicinarvi al vostro alloggio.


Soluzione 2: se volete risparmiarvi tempo e fatica e non trascinarvi dietro il peso dei bagagli, vi suggeriamo di utilizzare un Taxi della compagnia Fotaxi. Prenotatelo attraverso l’app disponibile sia per iOS che per Android.
La corsa vi costerà orientativamente 25€ e raggiunge il centro città in circa 50 minuti.


3 – Seguire qualche suggerimento



9 ATTRAZIONI DA NON PERDERE

Abbiamo selezionato 9 MUST SEE da visitare in 3 giorni a Budapest

N° 1 – Basilica di Santo Stefano

Non potete perdervi la vista della Basilica di Santo Stefano, principale luogo di culto della città e tra i più grandi edifici religiosi d’Ungheria. 

Sapevate che si tratta di uno dei 10 monumenti più fotografati al mondo? Con i suoi 96 metri la Basilica eguaglia in altezza il Palazzo del Parlamento Ungherese: questa parità ha simboleggiato a lungo l’eguale importanza dei poteri laico e spirituale in città.

L’ingresso al sito (in stileneoclassico e a pianta a croce greca) è gratuito ed è ammesso dal Lunedi al Venerdi (sino alle 17.00), il Sabato sino alle 13.00, e la Domenica dalle 13.00 alle 17.00.

Noi vi suggeriamo di acquistare il biglietto per salire sulla cupola della struttura (al costo di 500 fiorini) dalla quale avrete una visuale mozzafiato sull’intera città!

Di fronte alla Cattedrale si dirama Zrinyi Utca: percorretela tutta sino ad arrivare sulle sponde del Danubio: guardando verso la Basilica la prospettiva è davvero bellissima!

Se state visitando Budapest nel periodo natalizio, potrete godervi lo spettacolo dei mercatini che vengono allestiti nella piazza di fronte alla Basilica, gremiti di bancarelle di artigianato e gastronomia. Non manca neppure una pista di pattinaggio di 200 metri e numerosi giochi di luce che si riflettono sulla facciata della chiesa: davvero caratteristico!


N° 2 – Parlamento di Budapest

Collocato sulle sponde del Danubio, dal lato di Pest, si staglia imponente il Parlamento di Budapest.

Il palazzo, ideato dal famoso architetto ungherese Imre Steindl su ispirazione del palazzo di Westminster, vanta una struttura esterna in stile neogotico. É stato costruito tra il 1885 e il 1904 e si sviluppa in orizzontale su una superficie complessiva di 18.000 metri quadrati. L’imponente struttura manifesta, con forza, l’indipendenza della Nazione ungherese dall’impero Austro-Ungarico, ottenuta con fatica nel 1867. 

L’architettura interna è già di per sé un’opera d’arte. Affreschi, arazzi, sculture, dipinti dei più importanti artisti ungheresi impreziosiscono le sale interne.

Nella sala della cupola, insieme allo scettro, al globo crucigero e alla spada, è custodita la corona di re Santo Stefano, simbolo di storia e cultura e venerata come un oggetto sacro. Il palazzo ospita al suo interno anche la biblioteca parlamentare, che contiene intorno ai 500.000 volumi, che è anche biblioteca filiale dell’ONU e centro di documentazione del consiglio europeo.

Noi vi suggeriamo caldamente di prenotare la vostra visita guidata (della durata di 45 minuti) in lingua italiana QUI.

dsc_5380-2

Approfittatene per ammirare le adiacenti Scarpe sulla Riva del Danubio, un’installazione permanente realizzata per commemorare le vittime della Shoa.


N° 3 – Pazza degli Eroi e Monumento del Millennio

Alla fine del lunghissimo Viale Andrassy, vicino al Parco Varosliget, sorge la maestosa Piazza degli Eroi, realizzata per celebrare il millesimo anniversario dell’Ungheria nel 1896.

Il colpo d’occhio che saprà regalarvi la prospettiva dell’enorme spazio aperto di fronte a voi è impressionante!

Vi si staglierà davanti il Monumento del Millennio, imponente in tutto il suo splendore. Intorno alla base del mausoleo sono presenti diverse statue equestri in onore dei sette capi delle tribù ungheresi anticamente insediatesi nel territorio, dando vita, nel XI secolo, alla nazione.


N° 4 – I Bagni Termali

Più che un gradevole passatempo, per i cittadini di Budapest le terme rappresentano una vera e propria tradizione secolare!
Numerosissimi sono anche i visitatori che, in ogni stagione, si concedono un momento di relax per vivere un’esperienza da veri locals!

Nella città si contano centinaia di sorgenti ed è enorme la varietà degli stabilimenti termali offerta.

Tra questi meritano una menzione d’onore le Terme Széchenyi, i Bagni Gellert e i Bagni Rudas .

Le Széchenyi sono situate all’interno del Parco Varosliget e sono terme attive sin dagli inizi del ‘900 e sono da molti considerate le più belle della città. Il punto di forza di queste terme sono le enormi piscine all’aperto in cui ci si può rilassare in ogni stagione dell’anno grazie all’acqua calda che le riempie.

Vi raccomandiamo di prenotare in anticipo il vostro biglietto d’ingresso QUI e portare con voi tutto l’occorrente.

Sebbene la struttura consenta di noleggiare teli e infradito, è preferibile esserne premuniti per evitare costi elevati di noleggio e lunghe code all’ingresso.


Anche i Bagni Gellert sono considerati fra i complessi termali più belli del mondo!
Un complesso termale che sorge ai piedi della collina Gellért (Buda) ed annesse allo splendido Hotel che, in accordo con lo stile architettonico in voga nei primi del ‘900, rappresenta un meraviglioso esempio di Art Nouveau. Un vero e proprio gioiello architettonico impreziosito da favolosi mosaici, statue, vetrate e ampie sale che ricordano la Belle Époque.

Sono ben 12 le vasche fruibili dai visitatori. In ciascuna di esse l’acqua deriva direttamente dalle sorgenti di Monte San Gerardo la cui temperatura può variare dai 27° ai 40°.

I Bagni Gellért sono attivi tutta la settimana dalle 6:00 alle 20:00. 

Vi raccomandiamo di prenotare in anticipo il vostro biglietto d’ingresso QUI per evitare le code all’ingresso.


I Bagni Rudas vennero costruiti intorno alla seconda metà del 1300 durante l’occupazione dell’impero Ottomano, furono ampliati nel 1566 e furono modernizzati nel 1896, quando vennero aggiunte la piscina e la sauna.

La parte più rappresentativa dei Bagni Rudas è, però, la sala principale che dispone di una grande piscina dalla forma ottagonale ricoperta da marmo rosso e avvolta da 8 colonne e da un’immensa cupola con un diametro di circa 10 metri. All’interno troverete diverse vasche, le piscine, il centro benessere e una fontana. La temperatura dell’acqua all’interno dello stabilimento varia dagli 11°C fino ad un massimo di 42°C in base alla vasca in cui deciderete di immergervi e al trattamento che scegliete.

Lo stabilimento è aperto sino alle 21.00 (per l’orario giornaliero) e dalle 22:00 alle 04:00 per quello notturno. 

Potrete acquistare i vostri biglietti d’ingresso QUI.


N° 5 – Buda: la zona collinare della città

Dedicate una metà giornata per visitare la Collina di Buda, il nucleo più antico della città, un gioiello patrimonio dell’Unesco ricco di luoghi storici e scorci romantici.

Per raggiungere Buda, dovrete passeggiare lungo il bellissimo Ponte delle Catene, uno dei simboli della città e primo ponte fisso a collegare le due parti della città.
Attraversarlo vi regalerà vedute spettacolari di entrambe le rive del Danubio. La sua prima costruzione fu terminata nel 1849, successivamente venne distrutto dai tedeschi (nel 1945) ma fu fedelmente ricostruito nel 1949: le catene che sostengono il ponte, all’imbrunire, si illuminano e la vista delle luci che si riflettono nell’acqua, alla sera, è davvero caratteristica. 


Raggiungete la base della collina di Buda, dove troverete la funicolare di Budapest ad aspettarvi: il biglietto di sola andata costa circa 3€, quello di andata e ritorno circa 5€.


Arrivati in cima, potrete visitare gli esterni del Castello di Buda (conosciuto anche come Palazzo Reale ed inserito dall’UNESCO tra i Patrimoni dell’Umanita’ nel 1987) e godere della meravigliosa vista dall’alto su Pest.

Poco distante, dall’altro lato di piazza della Trinità (dove sorge la colonna della Trinità) troverete il Bastione dei Pescatori, uno dei luoghi più fotografati della città.

L’aspetto fiabesco che lo caratterizza è una scelta stilistica precisa dell‘architetto Frigyes Schulek e la sua funzione, oltre che di punto privilegiato di osservazione della città, era quella di abbracciare la limitrofa Chiesa di Mattia (la chiesa cattolica romana più simbolica d’Ungheria) esaltandone la bellezza.


L’accesso alle torri del Bastione dei Pescatori è gratuito; per visitare la Chiesa di Mattia (e conoscere la sua storia) potrete acquistare i vostri biglietti d’ingresso QUI.


Adiacente al Palazzo Reale si sviluppa l’antica Cittadella del castello. Fu costruita nel 1854 dagli Asburgo, come edificio di vigilanza ed oggi rappresenta il punto più alto di Budapest da cui si ottengono le migliori viste della città.


N° 6 – Il Mercato Centrale

Durante il vostro soggiorno a Budapest, vi suggeriamo di pranzare nel famosissimo Mercato Centrale.

Eccentrico, conveniente e ricco di prodotti tipici, questa struttura vi consentirà di immergervi a pieno nel folklore della città! Al piano superiore della struttura potrete pranzare in uno dei tanti chioschi presenti; al piano inferiore, invece, potrete acquistare salami o prodotti tipici come la paprika, vera e propria eccellenza ungherese.

Non mancano neppure diversi stands dove potrete acquistare qualche souvenir per parenti e amici.

Potete visitare il Mercato Centrale tutti i giorni, tranne la domenica, giornata di chiusura. 


N° 7 – Crociera sul Danubio

Budapest dà il meglio di sé alla sera. Motivo per cui riteniamo che un giro in battello all’imbrunire sia un vero Must per chiunque visiti la città!

Le crociere sul Danubio permettono di godere, da una prospettiva insolita, dei principali monumenti della capitale magiara: i suoi eleganti palazzi illuminati ad arte e i suoi ponti ricchi di storia, si illuminano d’oro e la vista delle luci che si riflettono nell’acqua è davvero strabiliante.

Le imbarcazioni turistiche di solito partono dal molo 5 sul lato di Pest, a metà strada tra il Ponte delle Catene e il Ponte Elisabetta.

ATTENZIONE: non dimenticatevi di portare con voi qualcosa per coprirvi: sul fiume le raffiche di vento possono essere fortissime!

Potrete acquistare i vostro Tour di 50 minuti in barca QUI.


N° 8 – La Grande Sinagoga

Merita di certo una visita la Nagy Zsinagoga, la più grande Sinagoga d’Europa e la seconda più grande al mondo dopo quella di New York. 

Per accedere all’edificio è necessario indossare un abbigliamento consono e gli uomini devono portare il kippah, il classico copricapo usato dagli Ebrei di sesso maschile. Ma non temete: ve ne verrà fornito uno all’ingresso assieme al biglietto.

L’ingresso prioritario, comprensivo di guida in lingua Italiana, costa 17€ euro ed è ammesso sin dalle 10:30. 

Il Tour dura un paio d’ore ed include la sinagoga, il cimitero ed il museo memoriale dell’olocausto, in ricordo dei circa 400 mila Ebrei ungheresi sterminati dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Potete acquistare i Biglietti Saltafila QUI.


N° 9 – Un Tour dei Ruin Bars

Durante il giorno passano inosservati, ma di notte non si può fare a meno di restare a bocca aperta.

I Ruin Bars, letteralmente bar in rovina, sono nati dall’occupazione (non propriamente a norma di legge) di strutture abbandonate ad opera di gruppi di ragazzi che, con il tempo, ne hanno iniziato l’opera di riqualificazione con materiali di scarto.


Tra questi meritano una menzione d’onore lo Szimpla Kert e l’Instant.


Lo Szimpla Kert, al terzo posto tra i migliori 100 bar del mondo secondo Lonely Planet è tra i più caratteristici esempi di Ruin Pubs. Il locale (una sorta di open-air post atomico) è nato con l’idea di convertire i resti di una fabbrica in un locale eclettico e insolito, un labirinto di stanze disposte su più livelli, divise da un giardino interno all’aperto. 

Vecchi monitor, biciclette appese al soffitto, luci di Natale, lampade dalle forme assurde: merita una visita anche solo per poter dire di esserci stati!

L’Instant è il più grande ruin pub della città con ben 23 sale, banconi, cortili e giardinetti, un palco e centinaia di oggetti appesi ovunque che danno vita ad uno stile decisamente eclettico.

Nel 2017 il proprietario dell’immobile decise di riconvertire l’aria in un hotel e l’Instant dovette così spostare i suoi locali e il suo ecclettismo altrove.

L’Instant oggi si è fuso al Fogas Ház, tra i più apprezzati locali “new-wave” del settimo distretto. L’obiettivo del “trasloco” è quello di creare un nuovo centro culturale, un luogo iconico della cultura underground cittadina.



Ti è piaciuto questo articolo?

I suggerimenti forniti in questo contributo sono estratti da un Itinerario Personalizzato, tarato sulle nostre preferenze.

Pensiamo, progettiamo e consegnamo Itinerari di Viaggio ogni volta diversi, personalizzati sulla base delle richieste di ogni tipo di viaggiatore. 

Passo dopo passo accompagniamo i nostri clienti alla scoperta dei luoghi che hanno scelto di visitare, suggerendo attrazioni da non perdere, esperienze enogastronomiche locali, attività ideali da svolgere e spostamenti



Oppure contattaci su Facebook cliccando QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *