New York è un tripudio di colori, di odori, di sensazioni. Un crocevia di popoli che vivono a stretto contatto tra loro, assaporando la magia che si respira in ogni angolo di strada.

Sono tantissimi i luoghi di interesse da visitare ad New York, e la buona riuscita dell’impresa dipende dal tempo che avrete a disposizione e, ovviamente, dal mood che vorrete seguire.

Abbiamo dovuto quindi impostare il ritmo della nostra vacanza in modo tutt’altro che rilassato. Il nostro profilo è quello di ESPLORATORI IPERATTIVI…tradotto: siamo disposti a svegliarci alle 8 del mattino (e non tornare in hotel sino a sera) per tentare di non perdere troppi dettagli della città, complici i risicati 7 giorni a nostra disposizione. 

CONSIGLI UTILI PRE PARTENZA

1 – Alloggiare a MIDTOWN

La scelta dell’alloggio giusto si dimostrerà vincente, fidatevi!
Se volete visitare New York in 7 giorni il problema sarà trovare un alloggio moderatamente vicino alle principali attrazioni della città ma che, al contempo, non vi riduca sul lastrico.

Noi abbiamo scelto la zona di Hell’s Kitchen, rivelatasi un’ottimo compromesso qualità/prezzo.

Da non sottovalutare, inoltre, è la presenza o meno della colazione: riuscire ad accaparrarvi un alloggio che offra una International Breakfast si traduce in un risparmio giornaliero sostanziale, di circa 10$ a testa al giorno….meglio investirli in altro.


Sicuramente esistono alloggi più economici e a questo proposito sarà meglio spulciare siti come Airbnb, Wimdu o (se viaggiate da soli e siete Backpacker) l’intramontabile Coachsurfing potrebbe fare al caso vostro.


2 – Scegliere il giusto TRANSFER dall’Aeroporto al centro città

Prenotato l’alloggio, non resta che trovare il transfer più consono alle nostre esigenze

Chi vi suggerisce taxi e metropolitana non sa davvero a cosa va incontro.

Nel nostro caso, dall’aeroporto di Newark, abbiamo raggiunto il nostro alloggio senza spendere un patrimonio!


Con soli 20$ a testa, il Transfer GO AIRLINK da Newark si è rivelato la scelta vincente: la stessa tratta, con il taxi vi costerebbe in media 80$. Il sistema di GoAirlink è comodissimo e non prevede mance obbligatorie (ovviamente l’autista sarà grato nel caso in cui voi siate così gentili da elargire le tips).

La stessa compagnia opera anche dagli Aeroporti di JFk e LaGuardia, prenotandolo QUI.


3 – Scegliere il PASS migliore per le attrazioni

In tanti ci chiedono: per visitare New York in 7 giorni è meglio acquistare il New York Pass o il  New York Exlorer Pass?

La risposta è: dipende!
Entrambe tessere scontate per la visita di molte attrazioni di New York.

Il New York Pass si compra per un numero di giorni consecutivi (1, 2, 3, 4, 5, 7 o 10). Durante questi giorni può essere utilizzato per visitare TUTTE le attrazioni tra quelle incluse.

Il New York Explorer Pass, invece, si acquista per un numero fisso di attrazioni (potete sceglierne 3, 4, 5, 7 o 10), indipendentemente dal giorno in cui avete intenzione di visitarle.

E’ sicuramente una soluzione più intelligente che, quindi, ci sentiamo di suggerire.


N.B. L’acquisto di un Pass, tuttavia, non è una scelta sempre vincente: New York, infatti, è una meta che offre la possibilità di visitare tantissime attrazioni GRATUITAMENTE: basta scegliere i giorni e gli orari di ingresso gratuito e strutturare in modo intelligente il proprio itinerario giornaliero, cercando di ottimizzare gli spostamenti.


4 – Seguire alcuni SUGGERIMENTI


10 ATTRAZIONI DA NON PERDERE

A dire il vero, la visita di una metropoli di queste dimensioni richiederebbe almeno 11 giorni di tempo

Abbiamo selezionato 10 MUST SEE da visitare in 7 giorni a New York

N° 1 – Times Square

Una visita nella Grande Mela non può che iniziare da qui: Times Square, il cuore pulsante di NYC!


La piazza, sempre piena di turisti, è costantemente illuminata a giorno: le potentissime luci dei maxischermi che la sovrastano saranno capaci di catapultarvi in un mondo parallelo, fatto di slogan e brand pubblicitari.

Si stima che circa 35 milioni di persone, ogni anno, passino proprio da qui! 

La caratteristica incredibile di Times Square è il fatto che appare esattamente come l’abbiamo vista decine di volte in TV: grattacieli, maxischermi, centinaia di passanti, taxi gialli, venditori di hot dogs e tombini fumanti…

Comincerete a sentirvi all’interno di un film….garantito!


N° 2 – Lady Liberty

Uno dei simboli di NY e degli Stati Uniti nel mondo non può mancare in una visita di 7 giorni a New York!

Per visitarla da vicino è necessario raggiungere Battery Park e la biglietteria posta all’interno del Castle Clinton National Monument. Dal Pier adiacente partono i traghetti per Liberty ed Ellis Island.

E’ possibile acquistare i biglietti da QUI

In poco meno di 25 minuti si raggiunge Liberty Island, dominata da Lady Liberty.

Una grande statua, un vero colosso, prodigio della tecnica del XIX secolo, l’icona di una nazione che ha combattuto per l’indipendenza e l’abolizione della schiavitù e che fa del progresso la sua bandiera….. IMPERDIBILE !


N° 3 – Top Of The Rock ed Empire State Building

Una città che si estende in altezza merita di essere visitata da uno dei suoi Osservatori, che offrono punti di vista privilegiati da cui ammirare la città.

Tra questi meritano una menzione d’onore l’Empire State Building e il Top of the Rock.

L’Empire è un gigante di 102 piani (rimase il grattacielo più alto al mondo fino al 1972) e incarna perfettamente la grandiosità della città.

Il T.O.T.R. è sicuramente meno famoso del suo dirimpettaio, ma noi lo preferiamo per almeno 2 motivi: Offre uno Skyline davvero strepitoso (sopratutto all’imbrunire) e consente di ammirare bene proprio l’Empire, una vera icona di NYC!

Entrambe le piattaforme sono comunque bellissime e la differenza di prezzo è poco significativa: 42$ per l’ E.S.B. e 38$ per il T.O.T.R.


N° 4 – Brooklyn, Heights Promenade e Brooklyn Bridge

Arriviamo a Brooklyn, il distretto più popolato di NYC, con il suo melting pot di culture che lo rendono una sintesi di stile, creatività, anticonformismo e stravaganza.

Questo quartiere profuma di leggenda: qui si adagia l’altra New York, quella meno appariscente, dove i grattacieli lasciano spazio alle tipiche case di mattoncini rossi e scale antincendio a vista.

Sono tantissime le attività da fare a Brooklyn ma per ragioni di tempo ne abbiamo scelte 3…

Impossibile non fare tappa alla Brooklyn Heights Promenade: lungo i suoi 557 metri scorre la vita quotidiana newyorkese avvolta in un turbinio di alberi ed aiuole: in qualunque momento della giornata lo sfondo rimane lo stesso e riesce sempre a togliere il fiato: in lontananza si staglia la Statua della Libertà e l’intero Skyline di Manhattan.

Imperdibile anche Washington Street, a Dumbo. Se NY avesse un profilo Facebook, questa sarebbe la sua immagine di copertina!

Lo scatto, utilizzato per la locandina del film di Sergio Leone “C’era una volta in America”, riprende il Manhattan Bridge sullo sfondo e attira ogni giorno decine di turisti intenti ad immortalare questo scorcio…

Il tramonto è il momento perfetto per incamminarsi verso il Ponte di Brooklyn, poco distante. Percorrerlo a piedi si rivelerà la scelta vincente: la passeggiata richiede circa 30/40 minuti, ma ve ne serviranno altrettanti per tutte le volte che vi fermerete a scattare selfie: garantito!

Da qui si gode di una posizione rialzata e la vista delle luci dei grattacieli di Manhattan è …. semplicemente indescrivibile!


N° 5 – Central Park

Il polmone verde della città! Immeso, curato, talmente grande che non manca di stupire in qualunque stagione, Central Park è il parco cittadino più famoso del mondo e rientra, di diritto, tra le cose da visitare in 7 giorni a New York!

Percorrere tutti i suoi 3,41 Km quadrati significherebbe sacrificare un’intera giornata: per questo vi suggeriamo di concentrare l’esplorazione all’area meridionale, quella compresa tra la 79th St e la 59th St.

Una buona idea potrebbe essere quella di noleggiare una bici (tempo permettendo) in modo da potervi spostare più velocemente tra i vari punti di interesse e osservare il parco in libertà, tra i grattacieli sullo sfondo.

Un minitour furbo del parco dovrebbe cominciare dalla Statua di Balto, proseguire con The Mall (il caratteristico vialone di olmi) che finisce sulla Bethesda Terrace (e la sua fontana) che si affaccia sul lago più piccolo del parco.

Inforcando nuovamente le biciclette si prosegue verso la Statua di Alice nel Paese delle Meraviglie e il Bow Bridge, prima di raggiungere lo Stawberry Fields Memorial, uno spazio dedicato a John Lennon.


N° 6 – American Museum of Natural History

Una tappa obbligata se siete appassionati di Storia Naturale è l’American Museum of Natural History.

Qui l’ingresso è sempre ad offerta libera: ma per contribuire alla manutenzione delle meraviglie che contiene, noi vi suggeriamo di acquistare il biglietto QUI.

Godrete della vista delle curatissime teche con gli animali imbalsamati, delle esposizioni sui dianosauri, passando per la sezione sull’evoluzione dell’universo!


N° 7 – 9/11 Memorial e Museum

Nell’area conosciuta come World Trade Center, oggitotalmente ricostruita dopo gli eventi del 11 Settembre oggi sorge la Freedom Tower (nota anche come One World Trade Center) la risposta americana all’attacco terroristico che ha sconvolto il mondo intero.

Dove un tempo sorgevano le Torri Gemelle oggi si possono osservare due piscine a specchio che penetrano in profondità la vasta distesa piatta della piazza e danno forma recipienti vuoti.

Lasciatevi coinvolgere dal rispettoso silenzio che si respira in questo Memoriale, in ricordo delle vittime della strage più cruenta della storia contemporanea.


Nelle immediate vicinanze del Memoriale troverete l’ingresso del 9/11 Museum. I biglietti d’ingresso (disponibili QUI) vi daranno accesso alla struttura che contiene i reperti del devastante attentato al World Trade Center.

La visita al museo richiederà almeno 2 ore, ma ne sarà valsa la pena: ascolterete le testimonianze, i ricordi e gli artefatti (quasi 10.000) legati all’evento che cambiò, per sempre, il mondo.


N° 8 – Messa Gospel ad Harlem

Una delle esperienze più entusiasmanti di NY?
Senza dubbio la Messa Gospel.

Il Gospel è parte integrante della culturadella comunità afroamericana di NY ed Harlem, che è entrato a far parte della città di New York nel 1873, ne rappresenta il fulcro.

Harlem viene spesso associato al crimine, allo spaccio di droga ed alla povertà sebbene negli ultimi anni abbia vissuto grande sviluppo economico ed un’importante opera di riqualificazione.

A chi ci chiede numi su quale sia la migliore esperienza Gospel nel quartiere, suggeriamo la poco turistica Salem United Methodist Church.

Le funzioni domenicali mattutine iniziano alle 11.00 e, complice la gran mole di fedeli, trovare un posto a sedere non è sempre facile.

Non pagherete un biglietto per accedere ma un obolo durante l’offertorio sarà gradito.
Ovviamente la messa è in inglese e, se non conoscete bene la lingua o volete andare via prima della fine della funzione, il nostro suggerimento è quello di prendere posto vicino all’uscita.


N° 9 – Bryant Park e NY Public Library

Rientra, di diritto, tra le cose da visitare in 7 giorni a New York Bryant Park, un piccolo parco nel cuore di Manhattan, vicino Times Square, il Theatre District e la New York Public Library.

La posizione centrale (tra la 5th e la 6th) lo rende uno dei principali luoghi di ritrovo dei locals che qui si fermano per uno spuntino, per rilassarsi all’ombra degli alberi o per leggere un libro.

Sono tantissimi, inoltre, gli eventi che stagionalmente ne animano l’atmosfera: uno tra tutti? Il Bryant Park Movie Nights. Ogni lunedì sera, da giugno ad agosto, centinaia di newyorkesi prendono posto sul prato dalle 17:00 in poi..

Alle spalle del parco si staglia imponente la New York Public Library: ogni giorno una media di circa 3.500 persone si aggirano per i suoi corridoi.

La location vi sembrerà familiare: qui sono stati girati tantissimi film, il più famoso è sicuramente The Day After Tomorrow e Ghostbusters.

L’ingresso è gratuito ed è consentito ogni giorno fino alle 18:00. Il martedì e mercoledì dalle 10:00 alle 20:00


N° 10 – Coney Island

PREMESSA: Coney Island è un’attrazione stagionale. Ciò significa che le principali attrazioni e i parchi dei divertimenti sono aperti solo nei mesi più caldi dell’anno.

Per raggiungerla in metro da Manhattan è necessaria circa un’ora di tempo.

Definirla una penisola sarebbe riduttivo: questo posto è un mondo carnevalesco dove il tempo e lo spazio perdono valore. É una meraviglia brulicante di attrazioni di ogni genere, una location filmesca con la passerella in legno sulla quale si svolgono bellissimi spettacoli di artisti di strada con tanto di parco giochi: ve ne innamorerete!

Potete decidere da quali attrazioni farvi rapire, noi vi consigliamo due su tutte: il Cyclone e la Wonder Wheel, la ruota panoramica seconda solo a quella di Londra, che vi regalerà una vista pazzesca sulla costa di Brooklyn.

Per pranzo non potete perdervi Nathan’s Famous, dove si dice sia stato inventaton l’hot dog: che sia vero o no, provatelo!




Ti è piaciuto questo articolo?

I suggerimenti forniti in questo contributo sono estratti da un Itinerario Personalizzato, tarato sulle nostre preferenze.

Pensiamo, progettiamo e consegnamo Itinerari di Viaggio ogni volta diversi, personalizzati sulla base delle richieste di ogni tipo di viaggiatore. 

Passo dopo passo accompagniamo i nostri clienti alla scoperta dei luoghi che hanno scelto di visitare, suggerendo attrazioni da non perdere, esperienze enogastronomiche locali, attività ideali da svolgere e spostamenti



Oppure contattaci su Facebook cliccando QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *