Londra è probabilmente la città al mondo con più luoghi iconici legati alla musica: prendiamo in prestito le parole dei Clash “London Calling” e iniziamo a raccontarti cosa vedere nella City.

Le case delle star

Come abbiamo più volte ribadito nei nostri articoli a tema Gran Bretagna, la nazione della Regina offre mille possibilità: puoi declinare il tuo viaggio seguendo il fil rouge dei paesaggi, puoi impostare tutto su una serie tv (un giorno ti regaleremo anche l’itinerario dei luoghi di quei f*****g Peaky Blinders!) o sui set di film famosi

Non di rado, però, ci capita di ricevere richieste di itinerari “musicali”, seguendo le orme di gruppi o cantanti celebri… anzi, ICONICI.

Amy Winehouse

C’è una rockstar nella storia della musica contemporanea che ha decisamente influenzato un’intera generazione e, con molta probabilità, continuerà a farlo per decenni: Amy Winehouse.

Casa di Amy Winehouse a Camden Town, uno dei luoghi della musica a Londra
Casa di Amy Winehouse a Camden – Nato con lo zaino ©

La sua casa al n. 30 di Camden Square, acquistata grazie al successo di Back to Black, è una vera a propria meta di pellegrinaggio per i fan della superstar britannica. Per la nostra generazione Amy Winehouse è diventata un’icona di stile, la quintessenza del genio e sregolatezza.

La casa oggi non appartiene più alla famiglia Winehouse ma questo non ha fermato i fan della cantante soul: troverai immagini, fiori e dediche sugli alberi di fronte all’appartamento. Ah, visto che ci sei, non perdere l’opportunità di visitare Camden Town, il nostro quartiere preferito di Londra. Mercatini tipici, abiti vintage, un tripudio di colori: tutto quello che desideri è qui!

Freddie Mercury

Se vuoi vedere dove ha vissuto Dio non devi necessariamente bussare alle porte del Paradiso. Nel quartiere di Earls Court, al n. 1 di Logan Place, c’è un vero e proprio Santuario: la mitica Garden Lodge di Freddie Mercury

I fan dei Queen sanno che questa residenza fu la più amata dal cantante (quella in cui alloggiavano i suoi grandi amori, i gatti, tra cui la famosa Delilah).

Garden Lodge, la residenza di Freddie Mercury, uno dei luoghi della musica a Londra
Garden Lodge, la residenza londinese di Freddie Mercury – Nato con lo zaino @

Ogni volta che torniamo a Londra è d’obbligo una tappa a Garden Lodge per rendere omaggio all’uomo che più di tutti ha segnato un’epoca: rivoluzionario e stravagante, Freddie Mercury ha scritto non una pagina ma un intero capitolo della storia del rock.

Purtroppo Garden Lodge non è visitabile: la proprietà passò in eredità a Mary Austin, compagna storica di Freddie. Non v’è certezza però che la casa sia ancora della Austin: si mormora, infatti, che fu venduta per un milione di sterline poco dopo la morte del cantante. 

Chiunque sia il proprietario, evidentemente, non ha accettato di buon grado la moltitudine di foto, scritte e regali che si accumulavano davanti al verde portone d’ingresso della casa: da qualche anno, infatti, tutti i muri perimetrali sono stati ricoperti di una particolare vernice per non consentire ai fan di “imbrattare” l’alto brick wall e gran parte della superficie è stata ricoperta da pannelli in plexiglass. 

Ciononostante nessuno potrà arrestarvi se inserite questa tappa nel vostro itinerario di viaggio. Ricordatevi di pronunciare le parole di Freddie davanti alla proprietà: “I still love you!”.

Mr Dwight, l’Uomo razzo!

Se non sei un superfan del prossimo artista sicuramente questo sottotitolo non ti ha dato degli indizi chiari, eppure senza dubbio conosci almeno dieci canzoni di Mr Dwight. Ma chi sarà mai? Ok, cerchiamo di arrivarci con calma.

È stato un personaggio controverso negli anni ‘70 – ‘80 del secolo scorso.

Nato nella middle class britannica nel 1947 è riuscito a diventare Baronetto di sua Maestà nel 1998.

Ha scritto e cantato la canzone per Lady D. al suo funerale.

Sicuramente hai indovinato: stiamo parlando di Sir Elton Hercules John.

La casa dei suoi nonni materni in cui nacque e visse fino all’adolescenza si trova a Pinner, nella periferia nord occidentale di Londra. Troverai la casa al 55 Pinner Hill Road.

Casa natale di Elton John, uno dei luoghi della musica a Londra
Casa natale di Elton John – Foto: Diamond Geezer on Flickr

Vale la pena fare un giro da queste parti? Si, assolutamente. Londra è stupenda col suo skyline tirato a lucido, il Big Ben, Buckingham Palace e Hyde Park ma non è solo questo: concedersi qualche ora in periferia ti consentirà di calarti completamente nella quotidianità dei sudditi di Sua Maestà.

Pinner, a nostro avviso, è sicuramente il miglior luogo per apprezzare le sfumature più autentiche della città: negozi con le insegne antiche, pub di quartiere, villette a schiera. What else?

Hello, Goodbye: Abbey Road

Un viaggio a Londra che si rispetti non può che terminare a Abbey Road, la via in cui si trovano gli Studios Musicali resi celebri dallo scatto di Iain Macmillan per la copertina dell’omonimo album dei Beatles.

Il legame tra lo studio di incisione più famoso del mondo e i Fab4 è evidentissimo: sicuramente noterai le centinaia di scritte e dediche sul muretto che separa la strada dall’ingresso dell’edificio. 

Gli studi di Abbey Road, uno dei luoghi della musica a Londra Londra
Abbey Road Studios – Londra. Foto: Wikimedia

Perché terminare il nostro viaggio musicale proprio qui? Il motivo è abbastanza scontato: le sale degli Abbey Road Studios hanno ospitato praticamente tutte le rock e pop star dal 1960 ad oggi! Qualche nome? Queen, U2, Coldplay, Pink Floyd ed Amy Winehouse.

Questi sono solo alcuni dei luoghi che hanno influenzato la musica pop e rock degli ultimi 50 anni: per scoprirli tutti non resta che organizzare un viaggio a Londra e richiederci un itinerario personalizzato! Clicca qui per contattarci!

3 Replies to “I luoghi della musica: London Calling”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *