Quando abbiamo deciso di iniziare a scrivere articoli per questo blog, ci siamo posti un obiettivo: essere sinceri. Ti diciamo apertis verbis quello che pensiamo sugli effetti che l’indotto turistico ha generato sulle Cascate del Niagara: i costi per le attività sono a tratti imbarazzanti se paragonati alla qualità proposta.

Sul versante canadese, quello che abbiamo visitato, potrai tranquillamente trascorrere una giornata (in coda) a ridosso delle cascate per partecipare alle mille attività proposte dal Niagara Park.

Come sempre, alcune esperienze meritano di essere menzionate, altre molto meno.

Niagara Cruise

L’attrazione imperdibile di un viaggio alle Cascate del Niagara è la crociera: essere letteralmente travolti dall’acqua gelida anche ad agosto che cade da 50 m d’altezza non ha prezzo. O meglio ce l’ha ed è anche mediamente caro: 31$ a persona (prezzo per adulto, tasse incluse).

Non possiamo spiegare la sensazione che proverai quando ti ritroverai ai piedi dell’Horseshoe Fall: ti sentirai un minuscolo puntino con le gambe!

Crociera alle Cascate del Niagara
Photo by Ivan Torres on Pexels.com

Come puoi immaginare, a seguito delle misure restrittive per fronteggiare l’emergenza COVID-19, tante attrazioni stanno rivedendo la propria policy sugli accessi e sul distanziamento. La crociera non fa eccezione. 

In un periodo “normale” pre-COVID le code per salire a bordo di una crociera erano chilometriche e avresti potuto perdere qualche ora in balia degli agenti atmosferici.

Se te lo stai chiedendo: no, in Canada non fa sempre freddo. Ad agosto il caldo potrebbe mettere a dura prova la tua soglia di sopportazione del caldo.

Quando torneremo a viaggiare probabilmente quella normalità avrà una nuova veste: dovremo osservare le norme del distanziamento sociale, dovremo indossare una mascherina e, in ogni caso, difficilmente torneremo ad ammassarci senza ritegno in ogni dove. Il COVID ha lasciato il segno.

Niagara’s Fury

La Furia del Niagara è per noi come La corazzata Potëmkin per il rag. Ugo Fantozzi: una ca**ta pazzesca.

Perché trascorrere svariati minuti in coda per assistere ad uno spettacolo in 4D quando a 15 metri, all’aria aperta, potremmo vedere tutto dal vivo? No, una ricostruzione degli scenari in epoca preistorica o durante le quattro stagioni non è una buona motivazione. E non lo sono nemmeno gli spruzzi d’acqua che ti bagneranno mentre sorvolerai virtualmente le cascate. Abbiamo già detto che non vale la pena visitare questa attrazione? Si? Bene, lo ripetiamo.

La nostra opinione cambia radicalmente se viaggi con bambini al seguito: portarli in questo enorme simulatore potrebbe essere un’esperienza educativa e formativa.

Journey Behind the Falls

Il “Viaggio dietro le Cascate” è sicuramente una delle attività da provare. Avere la possibilità di passeggiare in tunnel scavati nella roccia 130 anni fa è un’esperienza che non dimenticherai facilmente. 

Ascolterai la furia del Niagara: un rumore fragoroso, unico, costante. Osservando da lontano le cascate non si riesce a percepire quanto sia imponente e “devastante” il flusso d’acqua che ogni minuto cade dal dirupo al confine tra Canada e Stati Uniti. 

vista dal Journey Behind the Falls 
- woman standing near of niagara falls
Vista dal Journey Behind the Falls – Photo by Snapwire on Pexels.com

Se deciderai di acquistare questa attività, preparati a temperature mediamente rigide ed a un tasso di umidità fuori dall’ordinario. I cunicoli ricavati dietro le cascate sono perennemente bagnati: anche i gradini sono spesso erosi dall’acqua e scivolosi, quindi be careful! 

Ad onor del vero, però, dobbiamo segnalare che la gestione del sito è impeccabile: troverai sempre del personale preposto alla pulizia ed asciugatura dei pavimenti. In questo modo l’Ente che si occupa delle Niagara Falls riduce al minimo le possibilità di cadute accidentali durante la visita.

One Reply to “Quanto costa visitare le Cascate del Niagara?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *